16 luglio 2014

Ho lavato, dopo giorni, le stoviglie del nostro amore

Ho lavato, dopo giorni, le stoviglie del nostro amore

© Gianluca Lovreglio. 01 luglio 2011

Al suono d’Istrice *
ho lavato, dopo giorni,
le stoviglie del nostro amore

e quei bicchieri, rossi in bordo
testimoni
di baci alcolici
“rossetto e…”

Pagine
di un amore così intenso
di giorni densi
profumati di primavera

Notti
tra processioni, altari e balconi,

Giorni
tra pietre, terra e trulli

Notti
pioggia di fuochi - abbracciati - sul canale

Giorni
bagnati da gocce di mare
inseguendo una statua

Attimi
tra le passeggiate
e tra complici mura
quando,
chiuso il mondo,
aperto a nessun altro
che noi

Sapore di pasta,
di vino dolce
Intimità di cucina
prima che il corpo tuo
si faccia calamita

Rosa recisa sul nascere
Questo giovane sentimento
Giorni,
Notti,
anni…
O, forse, ancòra


Asciugo…

Immagino altri calici, rossi in bordo
cucine aliene
E rido e piango insieme





*. Subsonica, Istrice, in “Eden”, EMI 2011

Nessun commento:

Posta un commento